Articolo pubblicato su Hardgainer numero 22.
©2001 by Hardgainer, all right reserved

Torna all'elenco degli articoli torna agli articoli

Powerlifting puro

( Di Joe Orengia)

Nel numero di febbraio 2000 di POWERLIFTING USA, l'articolo di Herb Glossbrenner sul "migliore powerlifter americano del secolo" ha rafforzato la mia idea che la sana competizione senza farmaci è l'unico modo per aumentare la popolarità di questo sport, almeno per come la vedo io.
Secondo le statistiche di Herb, ogni dieci anni i totali sono cambiati enormemente.

Classe
1960
1970
1980
1990
67 kg
572 kg
672 kg
730 kg
720 kg
75 kg
637 kg
739 kg
816 kg
803 kg
82 kg
687 kg
782 kg
878 kg
839 kg
90 kg
757 kg
853 kg
914 kg
898 kg

Negli anni '60 lo sport era nuovo e i concorrenti erano molto forti per natura. In confronto a oggi erano praticamente natural e gareggiavano senza l'aiuto dell'abbigliamento di sostegno.
Il forte uso di farmaci ha dominato gli anni '70 e si vede perché i totali sono aumentati sostanzialmente. Gli steroidi erano nuovi e non illegali, quindi divennero parte dello sport. Molti dei migliori sollevatori di pesi usavano gli steroidi per tenere il passo dei sollevatori di pesi natural dotati geneticamente. La morale non era importante e i concorrenti si allenavano più o meno nello stesso modo.
L'abbigliamento di sostegno fu il grosso fattore negli anni '80 che causò il nuovo incremento sostanziale dei totali, benché non quanto il salto precedente. Dato che moltissimi sollevatori di pesi non riuscivano a tenere il passo di quelli dotati geneticamente, e dato che la maggior parte dei migliori sollevatori di pesi usava i farmaci, dovevano trovare un altro modo per usare più carico e cercare di impressionare maggiormente i propri sostenitori. Non capivano che stavano spaventando gli atleti potenziali. Ho visto molti atleti abbandonare le gare dopo aver visto i sollevamenti fittizi dei concorrenti imbottiti di farmaci e aiutati dall'abbigliamento.
Alcuni sollevatori di pesi dicono di indossare l'abbigliamento di sostegno per motivi di sicurezza, ma avete mai visto una pubblicità sull'abbigliamento di sostegno orientato alla sicurezza? Io no. Tutto quello che dicono le pubblicità è che l'abbigliamento farà aumentare i carichi.
Se togliete il 30% circa (fra farmaci e abbigliamento) dai totali degli anni '80, vedrete che i sollevatori di pesi non sono più forti di quelli degli anni '60. In realtà sono più deboli. Ad aumentare i totali sono stati i farmaci e l'abbigliamento, non i programmi di allenamento o gli integratori. Mi sembra che sugli scaffali delle librerie la scienza del powerlifting si sia spostata dalla sezione dello sport alla sezione della fiction. Se continuiamo finirà nella sezione della commedia insieme al wrestling professionistico.
Poi c'è la scusa che abbiamo bisogno dell'abbigliamento di sostengo per gli sponsor e la pubblicità. Forse dovremmo trovare qualche nuovo sponsor. Nella mia vita ho organizzato circa 50 gare di powerlifting, compresi sei campionati nazionali. Non ho mai usato sponsor di abbigliamento di sostegno. Come sopravvivono altri sport senza l'abbigliamento di sostegno? L'abbigliamento di sostegno è come permettere che i nuotatori indossino le pinne affinché possano nuotare più velocemente. Non succederà mai.
Che dire degli infortuni? Gareggio nel powerlifting dal 1968 e l'infortunio peggiore che mi sono mai procurato è stato un muscolo stirato che è guarito nel giro di un mese. Si è verificato quando ero già un sollevatore di pesi master e durante un sollevamento assistito. Infortunarsi nel powerlifting non è un incidente. È un piano. Potete pianificare di avere una carriera nel powerlifting breve usando i farmaci e l'abbigliamento di sostegno, il che sovraccarica il corpo più di quanto possa sopportare, oppure potete gareggiare per tutta la vita, restando natural, gareggiando senza aiuti e allenandovi intelligentemente.
Oggi ci sono meno powerlifter rispetto agli anni '70 e '80. La diminuzione della popolarità ha ridotto i totali.
Nel gennaio 2000 si è formata l'organizzazione degli atleti antifarmaci uniti per riportare il rispetto nel powerlifting, attraverso gare natural e senza abbigliamento di sostegno. Provateci. Potrebbe piacervi. Unitevi a noi prima che il powerlifting diventi una farsa. Aiutateci a salvare questo sport.

Attenzione: questi articoli sono disponibili in chiaro grazie alla rivista Olympian's News che viene venduta regolarmente nelle migliori edicole. Per tale motivo vi consigliamo di comprare regolarmente la rivista in edicola oppure di abbonarvi. Solo in questo modo farete in modo che la Vostra rivista preferita continui a fornirvi le informazioni che desiderate, sempre più attuali e interessanti.
L'editore di Olympian's News Sandro Ciccarelli

 
vai all'inizio dell'articolo
Torna all'elenco degli articoli torna agli articoli

© Olympian's news 1989 - 2019 all right reserved.
Nessuna parte di questa pubblicazione potrà essere riprodotta senza l'autorizzazione scritta dell'editore.